Home Archivio Comune Bulciago Censimento generale dell'agricoltura: relazione del Podestà

Archivio Comune

Censimento generale dell'agricoltura: relazione del Podestà


Data: 1930 - 1930
Soggetto: agricoltura / filande / tessiture
Abstract: Nel fascicolo sono presenti documenti riguardanti il censimento generale dell'agricoltura del 1930, indetto con Regio decreto 28 luglio 1929 n° 1451.
Compare l'estratto dal Registro delle Deliberazioni relativo alla nomina della commissione comunale per il censimento. Il documento è datato 30 novembre 1929.
Si conservano i manifesti, le locandine e i volantini che rendono noto il Censimento alla popolazione, spiegando quali dati avrebbero dovuto essere raccolti: censimento delle aziende agricole, censimento professionale della popolazione agricola, censimento del bestiame.
Seguono quindi i documenti che riportano uno per uno i proprietari agricoli del Comune di Bulciago e quindi le tabelle degli stati di sezione.
Nella relazione del Censimento firmata dal podestà, dott. Pericle de Filippis, il 6 aprile 1930, viene descritta la situazione dell'attività agricola nel territorio del Comune:
[…]le campagne e le varie coltivazioni ebbero a soffrire e soffrono tuttora della grave grandinata del 1927 (agosto) che distrusse ogni raccolto d'allora e danneggiò gravemente tutte le piante di alto fusto, specie per quanto riguarda la gelsicoltura, per cui molti gelsi dovettero essere forzatamente abbattuti, e quelli rimasti non hanno ancora ripreso lo sviluppo di prima. Da notarsi in proposito in lento ma progressivo diminuito raccolto dei bozzoli, dipendente dal sempre minor quantitativo di bachi posti in allevamento, minor allevamento dipendente sia dalla continua e progressiva diminuzione di gelsi, coltivati ora concriterri non troppo rispondenti alla tecnica agraria, cosicchè parecchie malattie molte volte ne ritardono lo sviluppo se addirittura non li fanno morire, sia dal sempre maggior rischio del raccolto, stante il ripeterrsi in questi ultimi anni di abondanti grandinate. I raccolti poi del 1929 furono anche minati in un primo tempo dal persistere del freddo e dalla brina, in un secondo tempo dalla siccità, che infierì in modo molto risentito.
L'agricoltura purtroppo invece di progredire, se non tende a diminuire, si mantiene in un periodo di stasi, […]e ciò è dovuto alla preferenza che la popolazione tutta dà ai lavori industriali, presso stabilimenti di vario genere (specie tessitura cotone jacquard) cosicchè ben poche sono le famiglie coloniche in cui tutti i membri attendono ai lavori campestri […].'

Fonte: Archivio Comune Bulciago
Segnatura: Cartella 28 - Categoria XI - Classe 1 - Fascicolo 1
   Visite: 49
Powered by Sigsiu.NET RSS Feeds

Torna indietro

Gallerie Multimediali

Gallerie Audio
Gallerie Immagini

Con il contributo di