Home Bulciago Brevi Saggi Notizie sulla storica tessitura Isella Francesco a Bulciaghetto
Notizie sulla storica tessitura Isella Francesco a Bulciaghetto PDF Stampa E-mail
Bulciago - Brevi Saggi

Il comparto tessile è sempre stato il principale settore industriale presente in Bulciago e in tutto il circondario; diverse sono le aziende storiche, già attive negli anni Trenta, come testimoniato da alcuni censimenti industriali conservati nelle carte dell'archivio comunale.
In particolare, tra le carte riguardanti il censimento industriale del 1937, vi è un intero fascicoletto dedicato alla tessitura di cotone (e dei suoi cascami) puro o misto ad altre fibre di Isella Francesco in frazione Bulciaghetto al n. 21.
I dati riportati danno modo di definire il tipo di attività e il volume di produzione.

Vi risulta essere presente un imprenditore/gerente maschio coadiuvato da una donna e da un uomo, facenti parte della famiglia. Il personale operaio è costituito da 14 maschi e 5 femmine.
Per ogni mese dell'anno sono indicate il numero di ore di lavoro e il numero degli operai presenti al lavoro nell'ultimo giorno lavorativo di ogni mese.
Si evince quindi che la ditta è in piena attività a partire dal mese di gennaio mantenendo una media di ore mesili di lavoro intorno alle 1100 per i primi 4 mesi dell'anno.
Dal mese di maggio l'attività diventa sempre più intensa con un numero di ore che a giugno raggiunge quasi due migliaia, mantendosi alto fino ad agosto.
Tra settembre e dicembre la ditta raggiunge soltanto una media di 100 ore di lavoro mensili e il numero degli operai presenti ogni ultimo giorno lavorativo del mese diminuisce radilcamente, fino a toccare le sole 2 unità.

Si indicano quindi le quantità di filati usati nel 1937: 90 quintali di cui 75 di cascami stracci e 15 quintali di viscosa. 7 quintali di filati ritorti, 5 quintali di fibre corte alla viscosa, 2 quintali di cotone e fibre tessili artificiali, vale a dire misti con meno del 50% di cotone.
I tessuti in cotone e cascami di cotone greggi prodotti nel 1937 sono pari a 90 quintali. Risultano anche 20 quintali di broccati, damascati e tessuti per arredamento e 20 quintali di copriletti, oltre a 50 q.li di tappeti.

Nella ditta si trovano in funzione i seguenti impianti:
n. 1 incannatoio per rocche incrociate cilindriche, con un numero complessivo di fusi pari a 22
n. 1 orditoio a sezione
n. 1 imbobinatrice e spoletteria a fusi verticali, con un numero complessivo di fusi pari a 34.
Nella fabbrica sono presenti anche 16 telai a mano per tessuti uniti, 2 telai meccanici a una navetta comuni a Jacquard e 1 telaio meccanico a più navette semiautomatico a jacquard.
La quantità totale di tessuti prodotti pari a 90 q.li viene rendicontata anche in lugnhezza, pari a 18.000 metri.
La lavorazione e produzione ha comportato nel 1937 un consumo di energia elettrica pari a 1780 kwh interamente acquistata da terzi e un consumo totale di oli e grassi lubrificanti pari a q.li 0,50.
Il dichiarante, Isella Alessandro, ha firmato a fianco dell'ufficiale di censimento, in data 20 gennaio 1938.

(Archivio comunale di Bulciago, Cartella 29 - Categoria XI - Classe 2 - Fascicolo 3)

 

Torna indietro

Gallerie Multimediali

Gallerie Audio
Gallerie Immagini

Con il contributo di